Avvisi

Carissimi,

“FARO’ ENTRARE IN VOI IL MIO SPIRITO E RIVIVRETE” (Ez 37, 14).

Con queste parole il Profeta ci introduce a leggere il Vangelo di questa ultima domenica di quaresima. E leggendo e rileggendo il brano evangelico di Giovanni (11, 1-45) mi sono ritrovato ancora molto nella realtà di questi giorni… Mi hanno colpito due parole di cui ho riscoperto il significato. La prima è “Betania”, il luogo dove Gesù si reca per risuscitare il suo amico e la seconda è appunto  “Lazzaro”. 

Betania significa “casa della sofferenza” : penso proprio alle nostre case in queste giornate così uguali e tristi; sono certo che lì viene Gesù quando noi ne avvertiamo la presenza negli istanti che trascorriamo nelle cose più semplici o abituali. E poi Lazzaro, l’amico che Egli ama e per il quale è disposto a rischiare la vita per farlo rivivere: questo nome significa “Dio aiuta”.  Ebbene questa è la realtà di ognuno di noi: sono io colui che Gesù ama e vuole far rivivere. 

Mi accorgo che si tratta di ri-vivere dentro all’anima, cercando di riempire sempre più di senso quel che siamo e trascorriamo ora, non lasciandoci rubare la speranza da tutte le paure che l’ambiente circostante a volte ci infonde. E collegavo tutto questo alle parole di Papa Francesco dello scorso venerdì sera in piazza san Pietro, commentando il Vangelo della tempesta (Mc 4, 35-41). “Perché avete paura? Non avete ancora fede?” “L’inizio della nostra fede è saperci bisognosi di salvezza. Non siamo autosufficienti…da soli affondiamo… Abbiamo bisogno del Signore… Consegnamogli le nostre paure, perché Lui le vinca. Perché questa è la forza di Dio: volgere al bene tutto quello che ci capita, anche le cose brutte. (…) In mezzo all’isolamento nel quale stiamo patendo la mancanza degli affetti e degli incontri, sperimentando la mancanza di tante cose, ascoltiamo ancora una volta l’annuncio che ci salva: è risorto e vive accanto a noi.”

È proprio con questi sentimenti nel cuore che ci avviciniamo alle celebrazioni pasquali a cui  quest’anno non potremo partecipare andando in chiesa, ma che seguiremo con le indicazioni che il Vescovo ci ha indicato e che vi faccio conoscere attraverso il volantino che vi invio.

                           Buona settimana

                                                             Don Alfredo

Bussana, 29 marzo 2020

Quinta Domenica di Quaresima